Campagna di comunicazione "Io non rischio"

Banner Lungo Io Non Rischio

 

La Campagna

Cos'è ?

La campagna "Io Non Rischio" è una campagna di comunicazione nazionale sulle buone pratiche di protezione civile promossa dal Dipartimento della Protezione Civile assieme ad Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) e Reluis (Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica).

Io Non Rischio è lo slogan della campagna: con questa esortazione si vuole attirare l'attenzione dei cittadini affinché imparino quali buone pratiche adottare per minimizzare l'impatto degli eventi calamitosi su persone e cose. L'Italia è un paese nel quale gran parte del suo territorio è esposto a rischi antropici fra i quali quello sismico, alluvione e maremoto. Questi possono essere ridotti se innanzitutto se ne ha una buona conoscenza, se si è consapevoli di quali conseguenze questi comportano e infine bisogna saper quali semplici accorgimenti adottare per poter, appunto, ridurre il rischio.

 

Come Funziona ?

Immagine Volontario Comunica ai CittadiniMotore principale di questa campagna sono i Volontari dei gruppi Comunali e delle Associazioni di volontariato che devono riuscire ad incontrare i cittadini per poter illustrare loro i contenuti della campagna raccontando, perché no, le proprie esperienze vissute direttamente. Questo avviene nella piazza del proprio Comune allestendo uno stand con caratteristiche ben precise, univoche in tutto il territorio Italiano, affinché i cittadini ci riconoscano e si prestino per qualche minuto ad apprendere i temi ed i concetti della campagna. I Volontari NON fanno volantinaggio. La campagna non si limita a lasciare solo del materiale informativo alle persone ma ci si ferma a parlare, si rispondono alle domande e si risolvono i dubbi che emergono. Per essere quindi preparati a saper cosa dire ed allestire correttamente la piazza i volontari dovranno partecipare ad un corso formativo specifico.

 

Le Persone

 

I Formatori

Immagine Formatrici anno 2016I Formatori della campagna sono volontari che hanno il compito di organizzare e svolgere i corsi che tutti i partecipanti devono seguire prima di poter aprire la propria piazza Io Non Rischio. Questi vengono selezionati su tutto il territorio nazionale direttamente dal Dipartimento mediante l'invio di un proprio curriculum personale e, quindi, un colloquio orale da sostenere a Roma. Ne consegue un'attribuzione di punteggio e quindi stilata una graduatoria. Su base territoriale vengono quindi creati dei gruppetti di due o tre volontari che porteranno avanti la formazione nella propria Regione. Potrà venir chiesto loro, qualora risulti necessario, di organizzare l'attività anche nelle Regioni limitrofe. Questi, prima di iniziare il proprio lavoro, dovranno seguire un corso di più giornate, presso il Dipartimento a Roma, molto approfondito su tutti i temi della campagna. E' previsto un test finale.

 

I Responsabili di Piazza

Ogni piazza Io Non Rischio deve avere un referente (che non per forza coincide con la figura del Coordinatore) a cui verrà chiesto di svolgere diversi compiti fra i quali tenere le comunicazioni con il Dipartimento e la Sala Operativa della Protezione Civile Regionale, coordinare i lavori di gruppo atti alla realizzazione dello stand, tenere nota di tutte le presenze durante tutte le giornate dedicate alla campagna, ordinare i materiali necessari e, qualora richiesto, fare da portavoce del gruppo verso gli organi di stampa. Per aiutare il responsabile di piazza in questo compito gli verrà assegnata una mail specifica e gli verrà dato l'accesso ad una pagina web riservata dove poter scaricare materiali, manuali e tenere accese le comunicazioni verso tutte le altre persone coinvolte nell'iniziativa mediante un apposito forum.

 

Immagine Alpino Comunica con la popolazioneI Comunicatori

Nelle piazze Io Non Rischio si fa informazione. La si fa instaurando un dialogo con tutti i cittadini che ben volentieri si soffermeranno dinnanzi al proprio stand e, appunto comunicando con loro, gli si daranno tutte le informazioni necessarie soffermadosi di più laddove vi sia un interesse specifico verso un argomento. I volontari del gruppo comunale o dell'associazione di volontariato diventeranno, per alcuni giorni, appunto comunicatori della campagna. Essi avranno a disposizione, per aiutarsi nel tenere il filo del discorso, molti materiali divulgativi in parte fissi facenti parte dello stand ed in parte cartacei. Questi ultimi potranno essere lasciati in mano ai cittadini che dimostreranno particolare attenzione dopo ovviamente averne illustrato i contenuti ed essersi accertati che questi siano stati recepiti.

 

Dove ?

La campagna si svolge nella piazza del vostro Comune. Andrà fatta con preavviso una richiesta al proprio Sindaco per ottenere il permesso temporaneo di occupazione di suolo pubblico o andrà fatta, se reputate che vi sia una maggior affluenza in un posto diverso di proprietà privata (centri commerciali), una richiesta formale al legittimo proprietario ed attendere una sua risposta positiva. Il Dipartimento e la Protezione Civile della Regione Friuli Venezia Giulia si fanno carico di veicolare quante più informazioni possibili sulla campagna alle vostre amministrazioni comunali per coinvolgerle quanto più possibile.

Foto Panoramica Lunga Piazza di Cormons

 

Quando ?

La campagna Io Non Rischio si svolge in contemporanea con tutte le altre piazze Italiane in un week-end del mese di Ottobre. Le due giornate quindi vengono decise a livello nazionale dal Dipartimento e comunicate quanto prima ai Comuni che aderiscono all'iniziativa. E' possibile replicare la campagna in un futuro momento solo se autorizzati. In questo caso va presentata una domanda alla Sala Operativa Regionale specificando luogo, data e contesto fornendo il maggior numero di dettagli possibili. Generalmente vengono accordate repliche in occasione di manifestazioni pertinenti con la Protezione Civile o in generale sulla prevenzione dei rischi. Non vengono autorizzate invece in caso di feste/sagre paesane.

Per poter partecipare alla campagna nei primi mesi dell'anno verrà inviata a tutti i coordinatori dei gruppi comunali un modello da compilare necessario per candidare la propria piazza e quindi restituire firmato alla Sala Operativa Regionale. Allo scadere dei termini verranno valutate tutte le candidature ed approvate quelle ritenute idonee. Dovrà infatti esserci a livello regionale una buona Foto Lorenza Corso Formazionedistribuzione sul territorio delle piazze Io Non Rischio e la domanda di partecipazione di nuovi gruppi non potrà superare la capacità delle formatrici nell'organizzare i corsi di preparazione.

Le piazze che per la prima volta parteciperanno alla campagna dovranno mettere a disposizione una decina di volontari affinché partecipino ad un corso formativo della durata di 2/3 giornate in date e orari da concordare nel periodo di primavera / inizio estate. La partecipazione al corso è obbligatoria e, alla fine, sarà previsto un test online da svolgere presso le proprie sedi comunali. A corredo del corso è prevista una convention che si terrà qualche settimana prima della campagna dove una selezione di volontari comunicatori, capi piazza, formatori, funzionari del Dipartimento ed esperti tecnici dell'area NORD-EST d'Italia si incontraranno per un ultimo scambio diretto fra le parti.

 

Esposizione Del Piano Comunale di Emergenza

Foto Piano Comunale Mappa Esposto in PiazzaPotrà, anzi meglio dovrà essere sfruttata l'occasione di questa campagna Io Non Rischio per presentare in piazza ai propri concittadini il piano Comunale di Emergenza. Quale infatti miglior occasione di questa per dare delle informazioni mirate alla cittadinanza sulla collocazione delle aree di attesa, quali le zone a rischio del proprio territorio e come utilizzare la App "MoPic" che consente di ottenere tutti questi dati in formato elettronico comodamente sul proprio smartphone? I Volontari potranno distribuire in piazza i pieghevoli personalizzati delle varie aree di attesa contenenti le informazioni specifiche in base alla residenza di ciascun cittadino, si potrà quindi descrivere le caratteristiche essenziali dei rischi presenti nel proprio territorio aiutandosi con una stampa in grande formato del proprio piano ed infine si potrà descrivere ed illustrare con quali mezzi

 

Immagine Tutti i loghi dei partner della campagna Io Non Rischio