Cerimonia di chiusura dell'attività di gemellaggio tra la Regione Puglia e le Regioni Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna

31 agosto 2011
Vico del Gargano (FG)

Mercoledì 31 agosto 2011 presso la base dell'Aeronautica Militare Italiana di Jacotenente, in comune di Vico del Gargano, si è tenuta al cerimonia di chiusura dell'attività di gemellaggio tra la Regione Puglia e le Regioni Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna per la prevenzione e la lotta attiva agli incendi boschivi. Va precisato che l'attività di antincendio boschivo in Puglia da parte dei volontari proseguirà fino al 6 settembre.
Nella base aerea, che durante il periodo della missione è stata sede logistica per i volontari del Friuli Venezia Giulia e dell'Emilia Romagna, hanno presenziato alla cerimonia il Comandante della base, Tenente Colonnello Antonio Francesco Di Paola, il Direttore centrale della Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia, dott. Guglielmo Berlasso, il dirigente del Servizio Protezione Civile della Regione Puglia, dott. Luca Limongelli, il funzionario della Protezione Civile Regione Puglia, Lello Cafaro, e il rappresentante dell'Agenzia Regionale di Protezione Civile dell'Emilia Romagna, dott. Gian Marco Venturoli.
Il Comandante della base ha elogiato il servizio svolto dai volontari ed ha sottolineato la sinergia createsi tra il personale dell'Aeronautica Militare e i volontari della Protezione civile.
Il funzionario della Protezione Civile Regione Puglia ha relazionato sull'attività svolta dai volontari nel periodo della missione sia per quanto concerne lo spegnimento di incendi sia per l'attività di prevenzione.
Il Direttore della Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia Berlasso ha voluto innanzitutto ringraziare i volontari presenti e tutti quelli che hanno preso parte alla missione durante i dieci turni svoltisi da fine giugno. Il Direttore ha rimarcato l'importanza dell'esperienza sviluppata dai volontari durante il periodo di missione, non solo per quanto attiene all'attività operativa svolta ma soprattutto per i rapporti di amicizia e di collaborazione instauratisi fra i volontari delle diverse regioni. Inoltre l'attività di gemellaggio ha consentito anche di condividere tra le varie realtà regionali le diverse metodologie operative nell'attività di antincendio boschivo. Infine il dottor Berlasso, come rappresentante delle regioni, ha sottolineato l'importanza delle attività di gemellaggio tra i sistemi regionali di Protezione civile, in quanto consentono di rendere coeso e sinergico l'intero sistema nazionale di Protezione civile.

La Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia ha inviato in Puglia per l'attività di gemellaggio un totale di 172 volontari con professionalità AIB appartenenti ai Gruppi comunali di tutta la regione.