Conferenza stampa ed incontro con i Sindaci dei comuni colpiti dalle avversità atmosferiche del 9 agosto che hanno investito il Friuli Venezia Giulia

9 agosto 2008
Palmanova

Si è tenuta alle ore 16:30 del 9 agosto 2008 presso il Centro operativo della Protezione civile di Palmanova una conferenza stampa per l’illustrazione degli eventi atmosferici e dei danni da essi provocati sul territorio regionale nella notte tra i giorni 8 e 9 agosto. All’incontro erano presenti il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e Capo Dipartimento della Protezione civile, dott. Guido Bertolaso, l’Assessore regionale alla Protezione Civile, arch. Vanni Lenna, il Direttore centrale della Protezione civile della Regione Friuli Venezia Giulia, dott. Guglielmo Berlasso, il comandante regionale dei Vigili del fuoco, ing. Amedeo Monaco, e i Sindaci dei comuni danneggiati (Latisana, Lignano Sabbiadoro, Ronchis, Precenicco, Palazzolo dello Stella, Muzzana del Turgnano, Marano Lagunare, Carlino, San Giorgio di Nogaro, Torviscosa, Aquileia, Terzo d'Aquileia, Fiumicello, Grado,  Monfalcone, Staranzano e Duino Aurisina).

Inizialmente i tecnici della Protezione civile regionale hanno illustrato il susseguirsi degli eventi meteorologici che si sono abbattuti sulla fascia costiera regionale dal comune di Latisana fino a quello di Duino Aurisina.

Il Direttore Berlasso ha poi descritto i primi interventi compiuti dai tecnici e dai volontari di Protezione civile nei comuni colpiti, in particolare per il soccorso dei villeggianti dei campeggi di Grado e per lo sgombero delle vie di comunicazione dagli alberi che occupavano le sedi stradali.

Il comandante dei Vigili del Fuoco Monaco ha evidenziato il massiccio numero di interventi svolti dai Vigili del fuoco a seguito degli eventi accaduti. Quindi i comandanti provinciali di Gorizia, di Udine e di Trieste hanno esposto, per i propri territori di competenza, il numero di personale intervenuto e i principali interventi effettuati, evidenziando le criticità riscontrate.

Il dottor Berlasso ha quindi invitato ad intervenire i sindaci presenti. Il sindaco di Grado, Silvana Olivotto, ha preso per prima la parola in quanto rappresentante del comune maggiormente colpito. Il sindaco ha evidenziato il problema principale rappresentato dalla messa in sicurezza dei campeggi colpiti, in quanto in questi giorni ospitano il maggior numero di villeggianti, e la sistemazione dei villeggianti evacuati dai campeggi, a seguito di una sua ordinanza con cui sono stati sgomberati due campeggi e negli altri due sono state interdette alcune zone per il pericolo di caduta di alberi.

Il sindaco di Latisana, Micaela Sette, ha riferito che il maggior problema nel territorio comunale è rappresentato dalla chiusura delle sale operatorie dell’ospedale civile in quanto esso serve tutta la Bassa friulana. Ha inoltre lodato il lavoro fatto dai Vigili del Fuoco e dai volontari di Protezione civile per minimizzare i disagi dei degenti che è stato necessario spostare di reparto.

Il sindaco di Lignano Sabbiadoro, Silvano Del Zotto, ha spiegato che il principale problema nel suo comune è stato relativo allo sgombero dagli alberi caduti delle vie del centro del capoluogo, ha inoltre annunciato la decisione di annullare l'Air Show delle Frecce Tricolori previsto per domenica per l’impossibilità di garantire il servizio d’ordine in quanto i volontari, che di norma svolgono tale compito, sono stati impegnati e lo saranno nei prossimi giorni per l’attività di taglio degli alberi caduti e pericolanti.

Il sindaco di Duino Aurisina, Giorgio Ret, ha voluto sottolineare l’efficienza del proprio gruppo comunale che nel giro di poche ore ha provveduto al ripristino della circolazione lungo le oltre 20 strade che risultavano interrotte per la caduta di alberi.

È quindi intervenuto il Capo Dipartimento, Guido Bertolaso, che ha evidenziato l’efficienza organizzativa ed operativa, rimarcata da tutti  i sindaci, dimostrata dal sistema regionale di Protezione civile (Vigili del Fuoco, Forze dell’Ordine, volontari e tecnici di Protezione civile) in questi drammatici episodi. Ha riferito di aver svolto un breve sopralluogo con l’Assessore Lenna e il Direttore Berlasso nei luoghi maggiormente colpiti per rendersi conto dei danni e per vedere l’attività di soccorso. Il dottor Bertolaso ha sottolineato come tutte le situazioni emergenziali risultavano in fase di risoluzione in quanto gli operatori stavano lavorando per ripristinare le condizioni di normalità. Ha infine assicurato che il Governo esaminerà i necessari interventi da attuarsi appena verrà fornita una prima valutazione dei danni.

L’Assessore regionale, Vanni Lenna, ha informato i presenti che è stato dichiarato lo stato di emergenza da parte del Presidente della Regione, ciò consentira di attuare i primi interventi e tra questi sicuramente quelli necessari per riattivare quanto prima le sale operatorie dell’ospedale di Latisana. L’Assessore ha inoltre convocato tutti i sindaci presenti per martedì prossimo per una prima quantificazione dei danni subiti sia dalle strutture pubbliche che dai privati. Il dottor Lenna ha quindi lodato l’operato dei tecnici e dei volontari del sistema regionale di Protezione civile.