Emergenza incendi in Abruzzo: in prima linea i volontari di protezione civile del Friuli Venezia Giulia

31 luglio 2007
Friuli Venezia Giulia

 

 

E’ partito il giorno 31 luglio 2007, per fare ritorno in Friuli Venezia Giulia, l’ultimo contingente dei volontari di Protezione civile che ha operato nell’emergenza incendi in Abruzzo.
I volontari di Protezione civile, stanchi ma soddisfatti per aver contribuito in maniera determinante alla lotta contro il fuoco responsabile di aver devastato in pochi giorni buona parte del patrimonio boschivo del territorio abruzzese, hanno lavorato una media di 16 ore giornaliere per un totale di 5900 ore in 10 giorni.

 


Le operazioni antincendio effettuate sul territorio, anche durante le ore notturne, hanno interessato molti fabbricati oltre a vaste aree boschive a ridosso dei centri abitati. Numerosi sono stati gli interventi di bonifica ed inoltre, i volontari di Protezione civile sono stati impegnati nel supporto al Corpo Forestale dello Stato e ai Carabinieri per l’individuazione dei piromani.
Le varie attività di intervento hanno visto in prima linea i volontari friulani coordinati sul campo dai funzionari della Protezione civile della Regione Friuli Venezia Giulia, in particolare, presso i Comuni di Bussi sul Tirino, Popoli, Navelli, Capestrano, Acciano, S.Benedetto in Perillis, Fontecchio, Ortona dei Marsi, Civitaretenga, Roccamorice.
I 12 mezzi in dotazione ai volontari di Protezione civile della Regione Friuli Venezia Giulia nel corso di questa emergenza (7 mezzi tipo pick-up con modulo antincendio, 2 mezzi fuoristrada ad uso logistico, 3 pulmini), hanno percorso oltre 14.000 Km più 4.200 Km per i trasferimenti di cambio turno.

 


L’affiatamento e la capacità di coordinamento che hanno dimostrato i nostri volontari nell’affrontare l’emergenza incendi in Abruzzo è un ulteriore segno di professionalità e di spirito di dedizione che da sempre contraddistingue il mondo del volontariato di Protezione civile del Friuli Venezia Giulia particolarmente apprezzato anche fuori Regione.


 



 

Articolo 28 luglio 20007 pubblicato sulla stampa locale

Articolo 29 luglio 20007 pubblicato sulla stampa locale