Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in visita ai luoghi colpiti dal sisma, loda l'operato della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia

9 aprile 2009
L'Aquila

Nella mattinata di giovedì 9 aprile 2009 il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è recato in visita in Abruzzo per portare il suo sostegno e l’affetto di tutto il Paese alla popolazione colpita dal sisma. Il Capo dello Stato, dopo essersi recato alle tendopoli di Onna (AQ) e in quella più grande di San Demetrio (AQ), ha terminato la visita presso la Direzione di Comando e Controllo dell’emergenza (DI.COMA.C.), dove si è soffermato presso il tavolo operativo della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, apprezzandone gli strumenti tecnologici all’avanguardia a livello mondiale, quali laserscan, sistemi di ripresa fotografica digitale del terreno e il sistema di ripresa televisiva digitale in tempo reale ad alta risoluzione delle aree colpite dal sisma, con ritrasmissione delle stesse in real-time al DI.COMA.C. per il tempestivo coordinamento dei soccorsi. La Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, Regione capofila in Italia in materia di Protezione civile, coordina le attività di soccorso di Regioni e Provincie autonome, costituendo il punto di collegamento tra i nuclei di intervento e la DI.COMA.C.
Il Presidente Napolitano, nel soffermarsi al tavolo del Friuli Venezia Giulia, ha rivolto parole di vivo apprezzamento per le riconosciute capacità operative della Protezione civile Regionale e per la sua capacità di intervento immediato con impiego delle più innovative ed efficaci tecnologie nella gestione delle emergenze, nonché per l’altissima professionalità e serietà dimostrata dai volontari della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia e dai suoi tecnici fin dalle prime ore dell’emergenza.