Inaugurato, a Fiume Veneto (PN), il nuovo capannone comunale di Protezione Civile

16 giugno 2007
Fiume Veneto

“Con oggi abbiamo aggiunto un nuovo tassello al grande mosaico della Protezione civile. Con l’inaugurazione di questa importante struttura, il comune di Fiume Veneto e i comuni contermini possono sentirsi ancora più sicuri”. Queste le parole di saluto del Vice presidente della Giunta regionale e Assessore alla protezione civile Gianfranco Moretton intervenuto, sabato 16 giugno 2007, all’inaugurazione del magazzino comunale di Protezione civile di Fiume Veneto.
Sotto lo sguardo attento dei tanti volontari presenti all’inaugurazione che lo hanno accolto in modo molto caloroso, Gianfranco Moretton ha colto l’occasione per ricordare quanto sia importante il lavoro che loro, come volontari di protezione civile, svolgono quotidianamente, quanto necessaria sia la loro umanità e la loro capacità di stare vicino alla gente, di dare soccorso nei momenti di difficoltà: “Voi volontari siete il braccio umano delle istituzioni”.
L’assessore ha ricordato anche il terremoto del ’76 che ha provocato molti danni alla regione Friuli Venezia Giulia, ma ha permesso nel contempo di far nascere una “cultura” di protezione civile che si pone come obiettivo il costante miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza del suo operare, attraverso investimenti organizzativi e tecnologici. Nel ripercorrere i tragici momenti dell’alluvione della Valcanale del 2003 ha fatto presente, inoltre, come in quel contesto ci si era scontrati con il problema della mancanza di collegamenti comunicativi con le zone investite dalla calamità e che da allora la Protezione civile della Regione ha cominciato a lavorare per evitare che ciò possa riaccadere in futuro. “I risultati di questo grande impegno – ha aggiunto Moretton - si sono visti proprio in occasione del recente convegno, organizzato a Majano, sul Sistema nazionale integrato delle comunicazioni di protezione civile dove si è discusso di dorsale a microonde e di comunicazioni in emergenza."
Gianfranco Moretton non ha mancato infine di ringraziare i volontari per tutto l’impegno e l'abnegazione che essi manifestano nella loro missione di volontariato, per far sentire le popolazioni più protette e sicure e per preservare i territori dai rischi che possono incombere.
Oltre all’assessore Moretton diverse le autorità presenti accolte dal sindaco di Fiume Veneto Tiziano Borlina e dal coordinatore della squadra comunale Albino Basso, tra cui il Presidente della provincia di Pordenone Elio De Anna,  il Comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Pordenone Agatino Carrolo, il Comandante di compagnia di Pordenone Andrea Manti, il Comandante della  Polizia municipale di Fiume Veneto Gianluca Diolosà, il Comandante della stazione dei Carabinieri  di Fiume Veneto Luigi Sciocchetti con il suo Vice Palmo Stefano De Luca.
Dopo l’introduzione del coordinatore comunale Albino Basso che ha delineato a grandi linee la storia e i trascorsi della squadra comunale di Fiume Veneto costituitasi nel 1988 proprio in seguito alla tromba d’aria che colpì quei territori, la parola è stata dato al sindaco Tiziano Borlina. Il primo cittadino ha innanzitutto ringraziato l’amministrazione regionale e soprattutto l’assessore Moretton per la sensibilità e l’attenzione sempre dimostrata nei confronti della realtà di protezione civile locale. Ha ricordato i grandi interventi regionali e nazionali a cui la squadra comunale ha partecipato, manifestando il suo orgoglio di avere la responsabilità di una squadra che per passione, voglia di lavorare, strutture e mezzi, non è seconda a nessuna.
Anche il presidente della provincia di Pordenone Elio De Anna ha portato i suoi saluti e ha voluto soprattutto sottolineare il valore che il volontariato di Protezione civile riveste nel territorio provinciale.
Dopo la benedizione impartita dal parroco don Livio Corazza e la recita della Preghiera del Volontario di Protezione civile, l’assessore Moretton ha proceduto al taglio del nastro e, accompagnato dal sindaco Borlina, ha successivamente visitato tutta la struttura.