Intitolata al volontario Carmine Vitale la sede comunale della Protezione civile di Gorizia

27 marzo 2010
Gorizia

Alla presenza dell’Assessore Regionale alla Protezione civile Riccardo Riccardi, del Prefetto di Gorizia Maria Augusta Marrosu, del Sindaco Ettore Romoli, dell’Assessore comunale alla Protezione civile di Gorizia Francesco Del Sordi e di autorità civili e militari, il gruppo comunale di Protezione Civile di Gorizia, una rappresentanza della Protezione civile della Regione e molti volontari di altri gruppi comunali hanno voluto stringersi intorno ai familiari ed agli amici di Carmine Vitale, il volontario goriziano scomparso circa un anno fa, per la cerimonia d'intitolazione alla memoria del  volontario della sede comunale della Protezione civile di Gorizia. La cerimonia si è svolta sabato 27 marzo 2010 presso la sede di via San Michele.
La messa in ricordo è stata officiata nel capannone della sede da Don Alberto Denadai, grande amico della famiglia. Durante la celebrazione eucaristica le letture sono state intervallate da ricordi dell’amico scomparso. Il Coro "Monte Sabotino" della sezione goriziana del CAI con i suoi canti ha animato la celebrazione ricordando l’amore che Carmine Vitale nutriva per la montagna. La celebrazione si è conclusa con il canto Signore delle Cime. 
Dopo la santa messa i presenti hanno poi raggiunto l’entrata della sede dove i familiari hanno scoperto la targa e dove prima il sindaco Romoli e poi il volontario Gambitta hanno ricordato la figura di Vitale. A conclusione della cerimonia di intitolazione, terminata con la preghiera del volontario di Protezione Civile, i presenti sono stati invitati ad assistere ad un piccolo e toccante ricordo fotografico realizzato da Sara, la figlia del volontario scomparso.