La Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia finalista ai Global Mobile Awards 2013

6 febbraio 2013
Palmanova (UD)

Il 4 febbraio 2013 la GSM Association, organizzatrice del Mobile World Congress, esposizione mondiale delle tecnologie innovative di telecomunicazioni che ogni anno si tiene a Barcellona, ha reso noto che la Protezione Civile della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, in partnership con Athonet, è stata selezionata come uno dei finalisti dei Global Mobile Awards 2013, settore “Best Use of Mobile in Emergency or Humanitarian Situations”, categoria 3c.
La Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia dal 2010 ha sviluppato, in collaborazione con la Athonet , azienda insediata presso l'Area Science Park di Trieste, una innovativa microcella portatile LTE per realizzare reti mobili private 4G LTE, a larga banda, per trasmissioni digitali voce/video/dati da utilizzare nelle aree colpite da eventi catastrofici quando, la distruzione delle reti di comunicazioni pubbliche, rende immediatamente necessario la realizzare una rete di comunicazione di emergenza per organizzare e gestire i soccorsi alle popolazioni colpite.
La prima applicazione sul campo del sistema è avvenuta in occasione del terremoto in Emilia Romagna del 20 e 29 maggio 2012, dove la rete di comunicazione di emergenza 4G LTE è stata utilizzata ininterrottamente a Mirandola dalla Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia a partire dal 30 maggio fino alla chiusura dei campi di accoglienza (fine ottobre 2012).
La rete 4G LTE di Protezione Civile resa operativa ha permesso di fornire connettività VoIP, video su IP, accesso ad internet ai tecnici e volontari ed agli sfollati del campo per superare il digital divide provocato dal terremoto. Inoltre, la rete 4G LTE ha consentito  il presidio in sicurezza da  remoto dei campi di accoglienza di Mirandola e Quarantoli gestiti dalla Protezione Civile della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.
La microcella 4G LTE realizzata dalla Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia e da Athonet è innovativa in quanto si tratta della prima applicazione (a livello europeo ma anche a livello mondiale) della tecnologia 4G LTE in ambito emergenziale/protezione civile.
Inoltre l'innovativa microcella portatile LTE costituisce un progetto di eccellenza sviluppato, interamente in Italia, da Protezione Civile della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Athonet (startup italiana, premiata con medaglia del Presidente della Repubblica) e Nokia Siemens Italia, ed è un esempio importante di collaborazione in ambito di ricerca hi-tech tra pubblico e privato.
L'utilizzo di una rete privata per la gestione delle comunicazioni in emergenza ha consentito una maggiore efficienza, in quanto, durante l’emergenza Terremoto dell’Emilia Romagna nel 2012, il traffico dati mobile attuato (50 TeraByte di traffico) dalla rete 4G LTE di Protezione Civile è stato molto maggiore rispetto a quello registrato durante il terremoto dell’Aquila nel 2009, ed economicità in quanto traffico dati mobile è stato realizzato a costo zero.
Infine la soluzione 4G LTE, rispetto alle reti Tetra (reti digitali per forze dell’ordine e soccorritori), è molto più  economica  ed efficace in quanto si possono utilizzare i terminali mobili già presenti sul mercato che consentono la trasmissione audio/video e in quanto permette anche la localizzazione dell'operatore in emergenza sul campo.

Comunicato stampa del GSM Association

Articolo pubblicato da "La Repubblica" del 26 febbraio 2013