La sede del Gruppo comunale di Protezione civile di Fiume Veneto (PN) intitolata a due concittadini periti durante il soccorso della popolazione colpita dal terremoto del 1976

30 aprile 2011
Fiume Veneto

Sabato 30 aprile 2011 si è svolta a Fiume Veneto la cerimonia di intitolazione della sede del Gruppo comunale della Protezione civile di Fiume Veneto e della contigua Sede operativa comunale all'alpino Bruno Raggiotto, caduto nel crollo della caserma Goi a Gemona del Friuli il 6 maggio del 1976, ed a Danilo Turchetto, perito il 22 maggio del 1977 in un incidente stradale a Spilimbergo, mentre rientrava dalla sua opera di volontariato nella ricostruzione a Pradis di Clauzetto. Alla celebrazione hanno preso parte il Vicepresidente della Giunta Regionale ed Assessore alla Protezione civile, dott. Luca Ciriani, il direttore della Protezione Civile della Regione, dott. Guglielmo Berlasso, i sindaci di Fiume Veneto, Lorenzo Cella, e di Clauzetto, Giuliano Ceschutti, il vicepresidente della Provincia di Pordenone, Eligio Grizzo, il responsabile provinciale dell'ANA, autorità locali e delle rappresentanze dell'ANA e dei volontari.
Il Vicepresidente Ciriani ha espresso un ringraziamento sentito ai volontari della Protezione civile ed a tutti coloro che si sono prodigati, nel passato, per soccorrere, confortare e aiutare, quanti sono stati colpiti dalle calamità. L'Assessore ha evidenziato anche che i sentimenti della solidarietà e dell'impegno verso gi altri dimostrati dai volontari, ma anche la compostezza, l'ordine, la capacità dei volontari di essere presenti e partecipi in ogni particolare situazione, al servizio delle comunità locale, sono i fondamenti del sistema di Protezione civile nato dalla tragica esperienza del terremoto del Friuli.