Riunione e conferenza stampa dell'Assessore regionale alla Protezione civile, Vanni Lenna, e dei Prefetti dei capoluoghi provinciali della Regione sul Piano regionale delle emergenze di Protezione civile

5 febbraio 2009
Palmanova

Giovedì 5 febbraio 2009 nella sede di Palmanova della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, si sono tenute una riunione e  la conferenza stampa d'illustrazione del Piano regionale delle emergenze di Protezione civile della Friuli Venezia Giulia.

Alla riunione hanno preso parte l'Assessore regionale alla Protezione civile, arch. Vanni Lenna, il Direttore centrale della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, dott. Guglielmo Berlasso, i Prefetti dei quattro capoluoghi provinciali della regione: la dott.essa Maria Augusta Marrosu, Prefetto di Gorizia, il dott. Giovanni Balsamo, Prefetto di Trieste, il dott. Elio Maria Landolfi, Prefetto di Pordenone, il dott. Ivo Salemme, Prefetto di Udine, ed i tecnici della Protezione civile regionale e delle quattro Prefetture.
L’Assessore Lenna ha innanzitutto sottolineato gli ottimi rapporti di collaborazione esistenti tra la Protezione Civile e le quattro Prefetture consolidati attraverso il Protocollo d’intesa del 10 gennaio 2005. In base a tale Protocollo la Protezione civile, tra l’altro, ha realizzato in tutte le Prefetture una Sala operativa multimediale che consente il collegamento in videoconferenza tra le Prefetture regionali e la Sala operativa regionale di Palmanova. L’Assessore ha ricordato che, per le medesime finalità, si stanno realizzando analoghe strutture presso il comando regionale e i comandi provinciali dei Vigili del Fuoco. L’Assessore ha evidenziato l’importanza che avrà nel prossimo futuro la nuova Sala Operativa Interforze del Centro Multifunzionale di Palmanova quale elemento di coordinamento del Sistema Regionale di Protezione civile.
Il Direttore Berlasso ha quindi illustrato il progetto di redazione del Piano regionale delle emergenze di protezione civile sottolineando l’importanza di disporre di un linguaggio condiviso tra tutte le forze istituzionali chiamate ad operare in caso di emergenza. Proprio a tal fine è indispensabile redigere un Piano regionale delle emergenze, che è l’insieme delle procedure operative di protezione civile da porre in atto in caso di un rischio d’emergenza o all’atto dell’insorgere di un evento calamitoso al fine di tutelare e/o ripristinare la sicurezza della pubblica incolumità, da attuarsi sulla base delle più aggiornate e dettagliate conoscenze tecnico-scientifiche dei rischi insistenti sul territorio regionale. Il dott. Berlasso ha spiegato che il Piano regionale fonde gli specifici Piani comunali delle emergenze sulla base dettagliata ed omogenea dei rischi, ponendoli in coerenza con le procedure operative di scala sovracomunale. Nell’ambito di tali procedure le Prefetture hanno il compito di organizzare le azioni delle forze dello Stato operanti in regione coordinandosi con la Protezione civile regionale. Il Direttore ha evidenziato che gli obiettivi del Piano regionale delle emergenze sono la definizione delle Carte dei rischi e la determinazione delle procedure di allertamento e di gestione dello stato emergenziale conseguente ad eventi calamitosi. Il dott. Berlasso ha infine illustrato, in base al tipo di rischio, lo stato d’avanzamento nella realizzazione da parte della Protezione civile delle carte dei rischi e delle procedure operative.
I Prefetti hanno rimarcato gli ottimi rapporti di collaborazioni instaurati con la Protezione Civile della Regione ed hanno condiviso l’importanza della realizzazione del Piano regionale delle emergenze.

Di seguito si è tenuta la conferenza stampa, presieduta dall’Assessore regionale alla Protezione Civile, arch. Vanni Lenna, e dai quattro Prefetti dei capoluoghi provinciali della Regione.
L’Assessore Lenna ha evidenziato l’importanza della collaborazione e del coordinamento operativo, attuati in Friuli Venezia Giulia, tra la Protezione civile e le Forze dello Stato presenti nel territorio regionale per garantire la sicurezza dei cittadini in ogni ambito della vita sociale. L’Assessore ha inoltre spiegato che il Piano regionale delle emergenze di protezione civile prevede la definizione puntuale di tutti i rischi insistenti sul territorio regionale e la definizione delle procedure operative per l’allertamento in vista di un rischio e per la gestione dello stato d’emergenza all’insorgere di un evento calamitoso: fondamnetale il coordinamento delle forze operative e la condivisione delle informazioni in caso di un’emergenza, a tal fine ha rimarcato l’importanza che rivestirà la nuova Sala Operativa Interforze del Centro Multifunzionale di Palmanova.
Il Prefetto di Trieste, dott. Giovanni Balsamo, ha voluto sottolineare come il modello di collaborazione Stato-Regione attuato in Friuli Venezia Giulia non abbia uguali sul territorio nazionale. Ha infine apprezzato il fatto che le strutture operative realizzate dalla Protezione civile della Regione (Sale Operative, Centro Multifunzionale, …) siano a disposizione di tutte le forze istituzionali che concorrono alla sicurezza dei cittadini della regione.

La giornata si è conclusa con la visita dei Prefetti al Centro operativo di Palmanova. Il Direttore Berlasso ha illustrato ai  Prefetti i moderni sistemi tecnologici utilizzati dalla Protezione civile ed ha accompagnato gli ospiti presso la Sala Operativa Regionale (SOR), la sala emergenze, il centro di calcolo e la sala radio che, al momento, costituiscono la struttura tecnologico-informatica del Centro operativo. I Prefetti hanno poi visitato il futuro Centro Funzionale, in fase di completamento, all’interno del quale sarà allestita, tra l'altro, la sala interforze per la gestione delle emergenze. La visita si è conclusa presso il polo cartografico dove il dott. Berlasso ha spiegato ai Prefetti il funzionamento degli avanzati sistemi di monitoraggio di cui la Protezione civile regionale si avvale.