Roccaraso (AQ) 29/31 gennaio 2009: VII Campionato italiano di sci della Protezione civile

29-31 gennaio 2009
Roccaraso (AQ)

Il comprensorio sciistico di Roccaraso, in provincia de L’Aquila, ha ospitato dal 29 al 31 gennaio 2009 il “VII Campionato italiano di sci della Protezione civile”. E’ stata una tre giorni intensa che ha visto come protagonisti, sulle splendide piste della Valle dell’Aremogna e della Piana di Pizzalto, oltre settecento concorrenti provenienti da tutta Italia: volontari e operatori di Protezione civile uniti dagli stessi valori e dalla stessa voglia di stare insieme.

La Protezione civile della Regione Friuli Venezia Giulia è stata rappresentata da una squadra di 46 atleti, composta da volontari dei Gruppi comunali di Protezione civile della Regione, da dipendenti della Direzione regionale di Protezione civile e da un dirigente della Protezione civile della Croazia.

29 gennaio 2009 (1ª giornata)

Arrivo partecipanti e registrazione

Nella mattinata di giovedì 29 gennaio 2009 i numerosi partecipanti alla kermesse sportiva si sono ritrovati nella segreteria di “Roccaraso 2009”, ubicata presso la Sala "Giuseppe Spataro" del Municipio di Roccaraso, per registrarsi alla Manifestazione ed espletare le pratiche relative all’iscrizione alle gare in programma (pagamento quota di iscrizione; ritiro pettorali da parte dei capisquadra; ritiro Skipass; ritiro pacchi gara).

Intorno alle ore 17.30 ha preso il via la sfilata delle Squadre partecipanti, che dal Palazzetto del Ghiaccio di Roccarraso hanno “marciato” fino alla Piazza Giovanni Leone. I numerosi componenti delle Rappresentative Ufficiali di Protezione civile della Provincia Autonoma di Trento, delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto, oltre alle squadre del Dipartimento nazionale della Protezione civile e della Rivista “La Protezione civile Italiana”, hanno festosamente invaso le vie del piccolo centro montano abruzzese, aprendo ufficialmente il “VII Campionato italiano della Protezione civile”. A fare gli onori di casa sul palco delle Autorità, sotto cui si è conclusa la sfilata, il Presidente del Consiglio regionale, dott. Nazario Pagano, l’Assessore regionale alla Protezione civile, dott.ssa Daniela Stati, il Direttore Lavori pubblici e Protezione civile della Regione Abruzzo, ing. Pierluigi Caputi, il Sindaco di Roccaraso, Armando Cipriani, il Vicepresidente della Provincia dell’Aquila, dott. Oreste Cambise, oltre a numerose autorità  civili e militari di altre Regioni. «Sarà una grande festa dello sport e del volontariato - ha affermato il neo Assessore regionale Daniela Stati - due mondi che hanno in comune molti valori. Saranno tre giorni intesi, scanditi da tanti momenti di confronto e approfondimento che vedranno protagonisti tutti gli operatori della Protezione civile. Sarà anche l’occasione per esaltare la bellezza di Roccaraso e del suo comprensorio». Al termine dei discorsi ufficiali, intorno alle ore 19.00, Autorità e volontari si sono ritrovati presso il Tendone allestito in Piazza Giovanni Leone per una degustazione a base di prodotti tipici regionali e a fare da cornice al momento conviviale un suggestivo spettacolo di fuochi d’artificio ha illuminato il cielo sopra la Valle dell’Alto Sangro.

30 gennaio 2009 (2ª giornata)

Nella giornata di venerdì 30 gennaio 2009, sulle piste della Valle delle Gravare dell’Aremogna, si è svolta la gara di slalom gigante. Gli atleti sono stati suddivisi in due gruppi: uomini (categorie dalla “A” alla “D”) e donne (categorie “A” e “B”). La prova, nonostante il tempo incerto e la scarsa visibilità, è stata affrontata da tutti con agonismo e spirito di partecipazione. Il primo ai cancelletti di partenza, pronto a scendere ed a incrociare i pali, è stato il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e Capo Dipartimento della Protezione civile, dott. Guido Bertolaso, che terminata la gara ha dichiarato, in merito all’emergenza in Calabria: «con il cuore e con la testa sono là, ma non potevo non venire a Roccaraso a portare la mia testimonianza ed il mio affetto e a dire grazie a tutti questi straordinari volontari».

31 gennaio 2009 (3ª giornata)

Nella mattinata di sabato 31 gennaio 2009, sul circuito della Piana di Pizzalto, si sono svolte le gare di sci di fondo. Le prime categorie a prendere il via sono state le due femminili (“A” e “B”), che su un percorso di 2,5 km si sono sportivamente sfidate senza risparmiarsi. In segiuito gli atleti maschili, suddivisi in cinque categorie, sono stati impegnati sulla distanza dei 5 chilometri. Sulla linea di partenza della categoria “D” si è presentato anche il Capo Dipartimento Guido Bertolaso. Tutte le gare, complice la magnifica giornata di sole, sono state seguite da un numeroso pubblico composto da volontari, ma anche da semplici appassionati, che a gran voce hanno sostenuto e incitato tutti gli atleti in pista.

Altro momento importante della giornata è stato il convegno “La donna nelle emergenze nazionali e internazionali della Protezione civile”, in programma alle 17.30 presso la Sala "Giuseppe Spataro" del Municipio di Roccaraso. Ad approfondire il tema, il Sindaco di Roccaraso, Armando Cipriani, l’Assessore regionale alla Protezione civile, dott.ssa Daniela Stati, il Presidente del Comitato abruzzese della Croce Rossa Italiana, prof.ssa Maria Teresa Letta, il Presidente della Comunità Montana Val Nerina, dott.ssa Agnese Benedetti, il Responsabile di Protezione civile della Provincia di Modena, dott.ssa Rita Nicolini, il Responsabile dell’Area Comunicazione del Dipartimento Nazionale di Protezione civile, dott.ssa Barbara Altomonte, il Responsabile di Protezione civile della Provincia Autonoma di Bolzano, dott.ssa Irene Hell e la dott.ssa Alessia Clemente del Dipartimento nazionale di Protezione Civile. Ha moderato il dibattito il giornalista Rai Nino Germano. «La Protezione civile si sta aprendo sempre di più alle donne» ha spiegato la dottoressa Maria Teresa Letta. «Fondamentale il loro ruolo ad esempio nelle assistenza psicologica in caso di eventi calamitosi. La Croce Rossa abruzzese, costituita per circa la metà da donne» ha detto ancora la dott.ssa Letta «è entrata a far parte della colonna mobile della Protezione civile ed è coordinata direttamente dalla Sala operativa della Protezione civile nelle varie azioni di soccorso». Negli altri interventi, prendendo spunto dalle esperienze personali delle relatrici presenti, è stato evidenziato come in taluni casi l’apporto femminile sia un insostituibile valore aggiunto da mettere a disposizione delle varie organizzazioni di volontariato.

Ha chiuso il convegno il Capo Dipartimento della Protezione civile, dott. Guido Bertolaso, che nel ringraziare tutti i presenti, ha sottolineato come un moderno ed efficiente sistema di Protezione civile non possa prescindere dalla reciproca collaborazione e dall’impegno congiunto sia di uomini, che di donne, entrambi parte integrante e insostituibile di una medesima “struttura”.

Alle ore 20.00, nel Palazzetto dello Sport  di Castel di Sangro, si è svolta la cerimonia di chiusura del “VII Campionato Italiano di sci della Protezione civile”: volontari e operatori di Protezione civile si sono ritrovati “gomito a gomito” per un piacevole momento conviviale dove, in un clima di amicizia e fratellanza, tutti si sono sentiti parte di una stessa grande famiglia, quella della Protezione civile.

Momento clou della serata la cerimonia di premiazione delle Squadre e dei Campioni di categoria (slalom gigante, fondo tecnica libera e combinata). La Squadra della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, premiata sul palco direttamente dal  Direttore centrale della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, dott. Guglielmo Berlasso, ha conseguito un ottimo 5° posto, su un totale di 17 formazioni partecipanti; 1° posto, invece, per la rappresentativa della Provincia Autonoma di Trento.

Pienamente soddisfatto per la riuscita dell’evento si è detto il Capo Dipartimento Guido Bertolaso, che dopo aver ringraziato e salutato tutti i volontari presenti e gli organizzatori della Manifestazione, ha dato appuntamento alla prossima edizione dei Campionati Italiani di sci della Protezione civile – in programma tra un anno sulle nevi della Valtellina, in Lombardia – con l’auspicio di ritrovarsi tutti con lo stesso entusiasmo e la stessa voglia di confrontarsi sportivamente, all’insegna di quei valori e di quegli ideali che da sempre caratterizzano la Protezione civile.