CIVIDALE DEL F.: 1^ FASE: Presentato il Piano di Emergenza alla popolazione - 2^ fase test del COC e Aree di Attesa

CIIDALE presentazione piano
16/12/2017
Palmanova (UD)

1^ FASE : presentazione del Piano di Emegenza alla popolazione

Presso l’aula magna della scuola Piccoli di Cividale del Friuli è stato presentato l’altra sera il piano comunale delle emergenze del capoluogo longobardo.

Un discreto numero di cittadini ha affollato la sala dove l’Amministrazione ha colto l’occasione di presentare, alla popolazione il piano Comunale delle emergenze anche in vista di prossime esercitazioni tese a testarlo sia per la componente Amministrativa, che per gli abitanti della cittadina stessa.

La presentazione è iniziata con l’intervento da parte dell’ Assessore Davide Cantarutti,  il quale ha illustrato il lavoro svolto da parte degli uffici comunali e del locale Gruppo di Volontari di protezione civile che ha portato alla stesura e conseguente approvazione da parte ce Consiglio Comunale, dell’importante strumento a disposizione non solo degli addetti ai lavori ma anche della cittadinanza stessa.

E’ seguita poi l’illustrazione da parte di un funzionario della Protezione civile della Regione, dei contenuti del piano, sul suo utilizzo nei diversi stadi di competenza: cittadini, uffici comunali e sistema di PC regionale. Esempi semplici e pratici anche sulla base di eventi recenti, sull’utilizzo e gli strumenti contenuti nel documento stesso, hanno contribuito a far capire meglio quale sia lo strumento a disposizione

In modo particolare, con il contributo dei dipendenti comunali Cantarutti Tiziano per l’ufficio tecnico, di Mauri Gianfranco per la componente demografica e quale coordinatore del gruppo Comunale di Protezione civile, ci si è soffermati ad illustrare i contenuti generali e di dettaglio per quanto riguarda gli elementi del Piano e quale possa essere l’approccio informativo della popolazione in caso di situazioni di emergenze riguardanti il territorio della cittadina ducale e quelli di area più vasta.

Al termine, numerose le domande dei convenuti che hanno dato dimostrazione di interesse ed apprezzamento per il lavoro svolto e dell’importanza di uno strumento di questo tipo  rivolto alla popolazione e concordando che si spera sia un primo passo per un miglioramento della coscienza di ogni cittadino per le tematiche dei rischi, sia in prevenzione che in emergenza.

Al termine dell’ incontro, l’Assessore Cantarutti ha annunciato che nei prossimi giorni sarà effettuata una prima esercitazione, per un primo test sull’efficacia e verifica pratica del piano stesso , cui la popolazione stessa sarà coinvolta nella partecipazione.

2^ FASE : Test del COC e attivazione AA

Sabato mattina a Cividale del Friuli la seconda fase dell'esercitazione sismica: testare la costituzione del COC (Centro Operativo Comunale) e verifica con la cittadinanza l'ubicazione delle 16 Aree di Attesa sparse sul territorio.

Alle ore 08.30 il suono della sirena (la stessa che un tempo scandiva i turni di lavoro all'Italcementi) ha simulato l'evento sismico, ipotizzato la magnitudo.

In Via Sanguarzo 15 (nell'edificio sede del Distaccamento del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e del Gruppo Comunale di Protezione Civile) si sono quindi riuniti i funzionari comunali, recentemente individuati dalla Giunta Municipale, destinati fin dal tempo "di pace" alla gestione del Piano Comunale delle Emergenze e, in emergenza, alla costituzione del COC (Centro Operativo Comunale), ivi ubicato.

Contestualmente, i volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile, arrivati nella sede comunale, equipaggiati, organizzati e suddivisi nei compiti, sono stati indirizzati nelle 16 Aree di Attesa di pertinenza, per il censimento dei cittadini richiedenti informazioni ed assistenza.

Le 16 Aree di Attesa distribuite sul territorio comunale erano state precedentemente comunicate a tutti i capi-famiglia, con una specifica del Sindaco e nella serata di giovedì 14 dicembre, in cui l'articolazione del meccanismo di soccorso da attuarsi in caso di emergenze con, in particolare, il "cosa fare" a carico di ciascun cittadino, è stato oggetto di precedente illustrazione alla cittadinanza, (FASE 1)

Il positivo riscontro ottenuto (con 201 cividalesi censiti presso le Aree di Attesa), nonché le lezioni apprese in questa fase dell'esercitazione sismica "Forum Iulii" saranno ora oggetto di attenta analisi e valutazione da parte dell'Amministrazione Comunale e dei Volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Cividale del Friuli che, con il supporto della Protezione Civile della Regione, dovranno affinare metodi e ruoli per arrivare alla Fase finale ed operativa dell'esercitazione, che nella primavera del 2018 vedrà la terza fase di  attivazione del COC con probabilmente anche l'intervento della Colonna Mobile Regionale e la realizzazione sul territorio di Aree di Ricovero Scoperte (tendopoli), con il coinvolgimento, in quella occasione ancor più rilevante, della popolazione.