A Roma 2 Volontarie di Aviano per il corso di "Formatori" per la campagna "Io Non Rischio"

12 Aprile 2015
Roma

Per la futura edizione della campagna informativa nazionale "Io Non Rischio" che si svolgerà in circa 400 piazze italiane in questo futuro Ottobre 2015, sono state selezionate a partecipare al corso di Formatori di quest'iniziativa 2 Volontarie di Aviano: Sandra Menegoz e Livia Guglielmin. Il corso organizzato dal dipartimento della Protezione Civile si è svolto a Roma dal 7 al 12 di Aprile 2015 ed ha visto coinvolti 73 volontari provenienti dalle regioni di tutta Italia dopo aver seguito un percorso di selezione ove centinaia di volontari sono stati sottoposti a colloqui e varie prove scritte. Al termine del corso a questi volontari è stato assegnato il delicato compito di formare, informare e dare tutto il supporto logistico necessario a tutti i volontari che saranno poi presenti nelle piazze nelle giornate della campagna questo autunno futuro prossimo. Nella giornata del 7 aprile, al discorso di apertura, ha preso la parola anche il neo Capo del Dipartimento Fabrizio Curcio e queste sono state le sue parole rivolte ai volontari presenti: "Il Dipartimento si è impegnato nell’ideare la campagna ma il resto lo state facendo voi. Io che sono a capo della Protezione Civile di questo paese sono veramente poca caso rispetto a voi che mettete il vostro tempo a disposizione in maniera volontaria. Voi che siete qui avrete il compito di estendere la vostra conoscenza agli altri volontari dei vostri gruppi che in questo momento non sono qui, ma soprattutto l'informazione dovrà quindi poi arrivare al cittadino che dovrà capire che questa operazione vale tanto quanto si opera in emergenza. Cioè dobbiamo far capire che questo messaggio è fondamentale. Dobbiamo far comprendere che l’attività operativa ha un prezzo ed un suo valore ma la parte di educazione, di conoscenza del rischio, della prevenzione è altrettanto importante perché è anche così che si ha la possibilità di salvare delle vite. Questa campagna è una campagna nazionale che necessita ancora di un salto di qualità. Ancora si crede che la Protezione Civile interviene solo quando oramai la calamità o la sciagura si è verificata, insomma solo quando oramai si è in emergenza. Si parla della prevenzione ma non ci si crede fino in fondo. Ecco questa è la vera prevenzione: la formazione, la conoscenza dei rischi, il corretto comportamento. Dobbiamo andare in giro ad urlare che questo sistema salva la vita esattamente come quando si interviene per togliere le persone da sotto le macerie. Quando faremo crescere questo livello culturale allora veramente potremmo dire di essere un sistema maturo al cento per cento. Noi come dipartimento ci stiamo mettendo tutta la nostra passione, capacità, professionalità, disponibilità e tale lo state facendo pure voi. Andiamo avanti così e proseguiamo il percorso iniziato dal prefetto Gabrielli qualche anno fa. Avrete tutto il mio appoggio."

L'appuntamento per i cittadini è ora fissato in Ottobre, occasione nella quale si potranno incontrare direttamente nelle piazze anche della nostra Regione con i volontari di Protezione Civile per capire come possano avere un ruolo attivo nel campo della prevenzione per i Terremoti, Maremoti e Alluvioni.