SCUOLE: AVVIATO IL PROGETTO FORMATIVO 2019/2020

progetto scuole 2019/20
13/11/2019
Palmanova (UD)

Avviato l’anno scolastico 2019/20, anche la protezione civile della regione, in accordo con l’Ufficio Scolastico regionale e secondo quanto previsto dai protocolli d’intesa fra Dipartimento Nazionale della protezione civile, MIUR e Regioni ha dato corso al PROGETTO SCUOLE 2019/20.

Facendo seguito alla circolare trasmessa dall’ USR a tutte le scuole della regione, sono già diversi gli Istituti Comprensivi che hanno aderito ai progetti formativi che la DRPC ha proposto per le scuole di ogni ordine e grado.

L’attività formativa nei confronti degli alunni, che vede in campo tutto il Sistema di Protezione civile, prevede vari percorsi, prevede  la conoscenza del Sistema di protezione civile, la sicurezza in genera, la conoscenza dei rischi, le norme comportamentali, l’approccio al mondo del volontariato,  il Numero Unico Emergenze 112 ed i Piani Comunali di Emergenza, con linguaggi adeguati nei contenuti dai bimbi più piccoli fino agli studenti delle scuole superiori

Le attività, che vanno dagli incontri nelle singole scuole, ad incontri con i gruppi comunali e le Associazioni di volontariato, ai campi scuola organizzati dalla PCR, ad iniziative promosse da Enti del settore, opera nel rispetto di regole, contenuti e modalità di impiego di materiali, mezzi, e soprattutto del personale.

Dopo la sperimentazione dell’ scorso anno della campagna “IO NON RISCHIO SCUOLA”, quest’anno sono 15 le scuole che hanno aderito a questa particolare tipologia di formazione rivolta alle classi 3^ e 4^ delle scuole primarie.

Da sottolineare inoltre, che a breve partirà anche la formazione agli insegnanti nell’ ambito del progetto nazionale “CULTURA E’…PROTEZIONE CIVILE”, progetto che ha visto la nostra regione fra le prime a presentare il documento/quaderno operativo,  prodotto derivato dalla formazione di oltre 40 ore che 4 insegnanti della regione  hanno sviluppato e con il quale, DPC ed il MIUR, provvederanno a definire i contenuti generali per tutte le scuole d’Italia.

Dopo i risultati conseguiti lo scorso anno scolastico, con oltre 5000 studenti formati, si prevede che anche l’anno scolastico 2019/20 darà buoni frutti per uno sviluppo sempre più capillare per una “coscienza di protezione civile.