ESERCITAZIONE ANTINCENDIO BOSCHIVO

EXE AIB
27/09/2021
Palmanova (UD)

L'esercitazione interforze Anti Incendio Boschivo si è svolta presso il Poligono di Cao-Malnisio nei Comuni di Montereale Valcellina e Aviano. 

Il sistema regionale di Protezione civile ha partecipato all'esercitazione con le squadre AIB di Montereale Valcellina, della pedemontana occidentale (Aviano, Budoia, Caneva e Polcenigo) della Valcellina (Andreis), il personale forestale delle Stazioni di Barcis, Polcenigo e Pordenone. Il Direttore delle operazioni, Ispettore della Stazione Forestale di Barcis è stato coadiuvato da un funzionario della Protezione civile per il coordinamento delle operazioni e dei volontari nell'area dell' esercitazione.

L'esercitazione AIB si è svolta sabato 25 settembre presso il “Poligono di Cao-Malnisio” Comuni di Montereale Valcellina e Aviano e ha avuto come obiettivo l'integrazione operativa delle forze di intervento, nello scenario esercitativo che prevedeva l'attivazione di uomini e mezzi a partire da un'evento di incendio boschivo innescatosi presso il Poligono militare.

Gli obiettivi e le finalità dell'esercitazione hanno riguardato la verifica del livello di efficacia ed efficienza raggiunto dagli operatori AIB nell’affrontare, con le attrezzature in dotazione un incendio scoppiato all’interno della zona di sicurezza del poligono e debordato successivamente oltre la pista tagliafuoco, rischiando di espandersi alla zona boscata retrostante. L’obbiettivo è stato quello di coordinare l’attivazione da parte dei militari, nel rispetto delle procedure previste e il procedere dei diversi tipi di intervento, in base all’evoluzione dell’incendio, verificando l’interazione fra le diverse unità in campo: militari, volontari e forestali. 

E' stata accertata l’effettiva disponibilità ed operatività dei mezzi dell’Esercito per il rifornimento idrico, indispensabile per l’esercitazione ed ancor di più nel caso di un reale incendio. L'esercitazione si è svolta nel completo rispetto dei protocolli di sicurezza per l'emergenza  Coronavirus tuttora in essere, soprattutto nelle fasi che prevedevano il trasporto degli operatori sugli scenari dell'incendio con il Servizio Aereo Regionale (SAR). Un focus prioritario è stato quello delle comunicazioni radio per l’esatta successione delle varie fasi e per l’operatività in sicurezza durante le medesime fasi d'intervento.