GIORNATA EUROPEA DEL NUMERO UNICO EMERGENZA 112

112 day
11/02/2022
Palmanova (UD)

VENERDI’ 11 FEBBRAIO 2022:  GIORNATA EUROPEA DEL NUMERO UNICO DI EMERGENZA NUE112

Venerdì 11 febbraio 2022 si celebra in tutta Europa l’112DAY, la giornata europea del numero unico per tutte le emergenze. Dedicata alla sensibilizzazione dei cittadini sul servizio di emergenza 112 e per riconoscere il lavoro degli operatori delle Centrali Uniche di Risposta e ringraziarli per la dedizione e l’impegno nel garantire un servizio tanto essenziale quanto delicato e a favore dei cittadini tutti. L’112Day si svolge in contemporanea in tutta Europa con azioni di comunicazione ed eventi in presenza e online. Vista l’emergenza sanitaria in corso, il consueto OpenDay dedicato alla visita dei cittadini alla Centrale 112 non si svolgerà. I cittadini potranno comunque seguirci online sui siti e sui canali social istituzionali per avere le informazioni generali e i focus su specifiche funzionalità.

Cos’è e come funziona il NUE112

Un unico semplice numero di accesso per chiedere l’intervento e il soccorso della Polizia, dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco e del Soccorso Sanitario. Il modello di funzionamento del Servizio assicura una gestione integrata e coordinata e consente, con il filtraggio delle chiamate improprie (effettuate per errore, per ricevere informazioni o per scherzo) che gli enti di soccorso si dedichino esclusivamente alle emergenze.Il modello prevede la realizzazione di Centrali Uniche di Risposta (CUR), dove confluiscono tutte le chiamate di soccorso, che poi vengono trasferite all’Ente preposto alla gestione della specifica emergenza (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Vigili del Fuoco Soccorso in mare, Emergenza Sanitaria).

Il servizio 112 è attivo nel Nord Italia (escluso il Veneto), nel Lazio (Roma e altri distretti limitrofi), in Toscana, nelle Marche e in Umbria e in Sicilia. Da settembre 2021 è stata attiva la centrale 112 “Roma2” garantendo l’estensione del servizio 112 all’intera Regione Lazio. E’ in fase di ultimazione la messa in operatività del sistema 112 per le regioni Puglia e Sardegna, il cui avvio è imminente. 

La Centrale Unica di Risposta CUR del Numero Unico di Emergenza 112 del Friuli Venezia Giulia con sede presso il centro Operativo della Protezione civile regionale di Palmanova, è attiva dal mese di Aprile 2017 e garantisce un servizio sulle 24 ore 365 giorni l’anno. Gli operatori del 112 che rispondono ai cittadini lavorano su turni e sono costantemente formati per garantire una sempre maggiore efficacia di risposta. Presso la medesima sede dove si trovano anche la Sala Operativa Regionale SOR (n. verde 800 500 300) della Protezione civile e la Sala Operativa Regionale Emergenza Sanitaria (SORES).

Il funzionamento del numero 112 prevede che in caso di emergenza, l’utente  compone l’ 112 (uno-uno-due) e la telefonata arriva alla centrale di risposta, dove è subito visualizzato il numero del chiamante e individuato, su mappa geografica, il punto dal quale è partita la chiamata. Il numero di chi chiama è sempre visibile all’operatore anche se si utilizza il servizio di “ID Privato”. Per le chiamate provenienti da telefono fisso viene visualizzato il punto dove si trova il telefono. Per le chiamate provenienti da telefono cellulare viene visualizzata l’area di copertura della cella telefonica.

La Centrale Unica di Risposta CUR

Il funzionamento del servizio di emergenza è organizzato su due livelli: il primo livello (PSAP1 Public Safety Answer Point) riceve la chiamata di soccorso e secondo i protocolli operativi e la trasmette con le informazioni acquisite al secondo livello (PSAP2- Centrali operative Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Capitaneria di porto-soccorso in mare, Vigili del Fuoco – Soccorso tecnico urgente, Emergenza Sanitaria) che gestisce effettivamente l’emergenza. Tutte le chiamate effettuate ai numeri nazionali di emergenza (113, 112, 115, 1530 e 118), viene sempre acquisita dalla Centrale Unica di Risposta del 112. L’operatore della CUR che risponde alla chiamata riceve in tempo reale il numero telefonico e la localizzazione del chiamante che vengono automaticamente inseriti in una scheda in formato digitale (scheda contatto). La scheda è poi integrata con le informazioni sulla tipologia di soccorso necessario e trasferita, insieme alla chiamata, alla Centrale operativa di secondo livello a cui compete l’intervento di emergenza (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Capitaneria di Porto, Vigili del Fuoco ed Emergenza Sanitaria). In questo modo, si evita che gli scherzi, gli errori o le chiamate improprie (come, ad esempio, le richieste di informazioni) arrivino alle Centrali operative di secondo livello che ricevono solo le chiamate di reale emergenza. La Centrale Unica di Risposta (CUR) è realizzata dalle Regioni, che curano anche il reclutamento e la formazione del personale. L’operatore della CUR assume la qualifica di “incaricato di pubblico servizio” in quanto svolge la propria attività nell’ambito del Servizio pubblico di emergenza NUE 1 1 2.

La localizzazione del chiamante

La localizzazione del chiamante permette agli operatori del 112 di:

  • ricevere immediatamente le informazioni relative al chiamante: il nume del Comune, via e numero civico, per i telefoni fissi e l’esatta ubicazione sul territorio per i telefoni mobili con un'approssimazione che varia dai 10 metri dei centri urbani, ai 200 metri delle aree rurali o scarsamente abitate;
  • verificare le chiamate multiple per singolo evento (es: incidente stradale);
  • individuare l'esatta posizione dell'evento qualora il chiamante non abbia la possibilità di fermarsi (es: in autostrada), attraverso la traiettoria della localizzazione del chiamante;
  • inviare i soccorsi qualora il chiamante non conosca la sua posizione o non sia nelle condizioni di fornire informazioni (es: stato di semi-incoscienza, dispersi in alta montagna)

APP Salvavita WhereAreU

Il Servizio di emergenza è fruibile anche tramite APP salvavita WhereAREU  (Dove sei), gratuita e scaricabile dagli App stores. L’APP WhereAreU consente di effettuare una chiamata di emergenza con l’invio automatico all’operatore della Centrale Unica di Risposta dei dati relativi alla localizzazione del chiamante ricavati dal sistema di posizionamento GPS del telefono. Il sistema è funzionante anche per chiamate mute, selezionando dal telefono il tipo di soccorso richiesto. In aree prive di copertura di rete dati, la localizzazione viene trasmessa tramite SMS. I dati di localizzazione vengono utilizzati solamente per la gestione della richiesta di emergenza.

APP FlagMii

Il servizio di emergenza è fruibile anche tramite APP FlagMii, con invio automatico dei dati di geolocalizzazione fondamentali per i soccorritori. L’APP FlagMii è gratuita e scaricabile dagli APP store. FlagMii è utile per la localizzazione del chiamante sito in luoghi isolati o nel caso non sia possibile per l’utente, interagire efficacemente con l’operatore del 112.
 

Il sistema e-call per i veicoli

E’ un servizio elettronico di chiamata di emergenza interoperabile. In caso di incidente stradale, il sistema e-call, installato sul veicolo dalla casa automobilistica, contatterà automaticamente la Centrale Unica di Risposta e invierà le informazioni relative alla vettura coinvolta, inclusa l’esatta localizzazione. Il sistema consentirà inoltre agli occupanti della vettura, un collegamento automatico con la Centrale Unica di Risposta del 112 che valuterà il tipo di soccorso da prestare.

Il Numero Unico di Emergenza NUE112 in Friuli Venezia Giulia

Il Servizio del Numero Unico Emergenza 112 è attivo sul territorio regionale da Aprile 2017. Dall'anno 2018 il servizio del NUE112 è connesso anche alle Capitanerie di Porto, includendo anche il soccorso in mare nel servizio di emergenza garantito dal numero unico.

Novità dell’anno 2021 appena concluso

Da dicembre 2021 presso la CUR112 di Palmanova è stato implementato l’innovativo sistema di localizzazione AML che permette agli operatori della centrale di emergenza di ottenere i precisi dati di localizzazione, con un raggio di 30 metri, del chiamante tramite la lettura automatica delle coordinate GPS come ottenute dallo smartphone senza che il cittadino debba installare alcuna applicazione od attivare particolari funzionalità. Per il momento è attivo su tutti i cellulari “IOS” aggiornati alla versione 15.0 o superiore. E’ in fase di sperimentazione, ed indi prossimo avvio, anche sui cellulari dotati di sistema operativo “Android”

Continua il costante lavoro di aggiornamento degli stradari regionali per garantire la geolocalizzare con le esatte coordinate di latitudine e longitudine dei numeri civici. A Maggio 2021 sono stati validati e implementati nella banca dati i 2.699 i civici per il Comune di Povoletto, e a luglio i 978 civici di Enemonzo continuando ad Agosto con gli 843 numeri civici per Valvasone Arzene. In fase di completamento, i comuni di Fiume Veneto, Carlino, Moraro e Premariacco.

A garanzia dell'efficienza del collegamento di Disaster Recovery verso Brescia che permette lo switch istantaneo di tutte le chiamate di emergenza alla centrale Lombarda in caso di blackout della CUR di Palmanova, sono state eseguite esercitazioni programmate a cadenza mensile assieme ai tecnici della società telefonica di gestione del sistema per il test della procedura di emergenza da attivare in caso di reale necessità.

I dati della Centrale Unica di Risposta del 112 di Palmanova

Le chiamate gestite nel 2021 sono 596.378 di cui 339.302 di emergenza. Il filtro per le chiamate improprie si è attestato al 43%. Le chiamate gestite con il servizio di interpretariato sono state 2.295. A Marzo 2021 è iniziato il monitoraggio dei dati statistici grezzi, in modalità “RAW”, da parte del SIMO: il sistema centralizzato del governo per il controllo della qualità del servizio di emergenza. Tale nuova modalità permette di effettuare analisi mirate e efficienti sulla performance del NUE112, facendo emergere eventuali aree critiche del sistema e per i successivi miglioramenti. A Giugno 2021 sono stati revisionati completamente gli areali del Piano Coordinato di Controllo del Territorio (PCCT) per la città di Pordenone, realizzato assieme all’arma dei Carabinieri e alla Questura che ha garantito l'ottimizzazione delle modalità di inoltro delle chiamate di emergenza verso le centrali operative delle forze dell’ordine. 

Il servizio del NUE112 ha partecipato attivamente a diverse esercitazioni organizzate per verificare l’efficienza dell’intero sistema dei soccorsi. Ricordiamo tra le attività, a luglio 2021un soccorso in mare, organizzato dalla Capitaneria di Porto di Monfalcone per una simulazione di incendio a bordo di una natante e nel mese di Ottobre 2021 a Malborghetto organizzata da Rete Ferroviaria Italiana RFI nella quale lo scenario era l'interruzione del servizio con fermo di un treno passeggeri in galleria. A Novembre 2021 è stata implementata nel sistema gestionale del NUE112 la nuova modalità organizzativa dell’elisoccorso notturno le cui missioni vengono gestite dal settore sanitario con il supporto dei volontari di protezione civile con il 112 che fa da collettore per le chiamate di soccorso.

guarda il servizio su TG RAI FVG